Tuesday, 3 March 2009

Back to sydney

Ed eccoci ,ben ritrovati di nuovo a tutti i miei fedeli lettori,ci tengo a sottolineare che questo puo'essere uno degli ultimi post,scritto sul continente australiano,eheheh,lo so vi chiederete ma come mai,in realta'negli utimi tempi sono cambiate tante cose,per chi e'in australia puo'capirmi,qui la vita ti riserva sempre sorprese,cambiamenti improvvisi,non hai mai una posizione stabile,si viaggia,si cerca lavoro,perche'a tutti i costi specialmente per chi proviene dall europa,e siamo tanti l'obiettivo principale, farsi al massimo un anno,sul territorio,a spostarsi da un posto all'altro e nello stesso tempo cercare piccoli lavori in grado di soddisfare,e potersi permettere,di girare questa vastissima e stupenda australia.
Dunque,come tutti sapete l'ultima volta che ho scritto il mio precedente post,ero a melbourne,e avendo preso la decisione di lavorare in farm,ero partito alla volta,di caboolture piccolo suburb a 60km a nord di brisbane,ebbene si sono passate quasi 3 settimane qui,ma come spiegavo nell'altro post ti mettono in lista d'attesa e quando hanno bisogno di uomini,per raccogliere le ananas,perche'questa localita'ci sono terre immense piene di queste ananas,ma anche territorio di fragole,ma ora ancora non e'periodo,anyway stando qui un po'di tempo passo molte volte la giornate in un shopping centre non molto distante da dove abito,in attesa di lavorare passano i giorni ma niente,la mia motivazione di lavorare in farm comincia a scarseggiare,anche dal fatto che sentendo altri ragazzi che ci vanno,il lavoro e duro e da schiavi,inoltre quando a volte arrivano a casa,raccontano un po'il tipo di lavoro come si svolge,ma anche gli inevitabili incontri con animali,del tipo:abbiamo incontrato un pitone gigante sul nostro cammino,ma c'era l'australiano della farm che all'improvviso veste i panni dello spericolato steve irwin per chi non lo conoscesse e l'attore che spesso vedevamo nei documentari,e andava a caccia di animali quelli veri a mani nude,era il 4 settembre 2006 quando durante la realizazzione di un documentario,tenutosi sulla grande barriera corallina,presso port douglas fu punto in pieno petto da un aculeo velenoso,una specie di razza,mi fa piacere ricordarlo visto che e'stato un grande per quello che ha fatto nonche'australiano,quindi questi signori della farm,alla vista di un pitone a parte non hanno un minimo di paura ma alcuni sanno che li cercano per un qualche business,e quindi non esitano a catturarlo a mani nude,si proprio cosi avete capito bene lo prendono dalla coda e se lo avvolgono sul braccio e ci giocano come se fosse un pupazzo,ovviamente queste sono persone cresciute qui che sanno riconoscere se un animale e velenoso oppure no,ma certo che ci vuole coraggio.
Ma ora veniamo a noi,oggi ho preso la decisione finale di andare via,senza perdere ancora tempo,qui anche perche'qui e veramente dura,e si rischia sul serio la salute a lavorare sotto un sole cocente,quindi in queste settimane qui mi hanno fatto riflettere molto se farla oppure no,alla fine ho deciso di non farla,ma lo capito stando nel contesto giusto,e con questo rischiando anche molto perche' intanto sono passate settimane che non lavoro,e di conseguenza il mio budget si riduce sempre di piu'e fatto sta bisognava prendere una decisione su come muovermi,ma poi pensando ci ho detto ma vaffanculo la farm,in realta'molti ragazzi che la fanno e per ottenere un secondo anno di visto per stare in australia,quindi il governo australiano da la possibilita'di darti un secondo working holiday,pero'alla condizione che devi farti il culo,almeno per 3 mesi in farm a raccogliere la frutta,io ad esempio anche volendo non potrei perche'ho superato l'eta'per poterlo ottenere,in pratica per averlo nel momento in cui si e'lavorato 3 mesi in farm e fai l'application,per ottenerlo,non devi aver compiuto 30 anni,dimenticavo un ultima cosa ,come tutti i paese c'e sempre il magna magna,ci sono delle farm che a volte lavori un mese e se ti accordi con il boss,ti firma che hai lavorato 3 mesi,e poi ci sono casi,che lo compri.Ora cari lettori,questo mio post come ho detto puo'essere uno degli utlimi,questo perche'dopo quasi 4 mesi con precisione il 10 marzo,fanno 4 mesi,posso dire che la mia esperienza e quello che volevo capire da questo meraviglioso viaggio,credo che in parte ma non tutte mi ha dato e mi ha fatto capire tanti aspetti di me che non conoscevo,nonche'un esperienza unica di vita che solo attaverso questi modi credo ti possono dare qualcosa di forte ed emozionante nella vita.
Domani parto per sydney,cioe' e'un mio ritorno dopo un mese e mezzo passato tra melbourne,e in questo pese che mi trovo ora vicino brisbane,per cercare comunque il modo di trovare un lavoro che mi dava la possibilita' di restare ancora qui in australia,ma ancora di piu' per ragione fondamentale per cui sono qui in questa terra,cioe'apprendere il piu'velocemente,l'inglese,che devo dire,ora non posso lamentarmi visto che ho fatti dei miglioramenti inaspettati e di questo sono fiero e contento,come dicevo torno a sydney la mia sydney e la mia prima city australiana,che mi ha fatto fatto vivere tante emozioni,questo significa che prima di lasciare l'australia,mo sono dato l'ultima change nel caso trovassi qualcosa li'quindi ho cominciato a prendere in considerazione che a breve tornero'in patria italiana,per vari motivi,quindi e un avvio al mio rientro il mio ritorno a sydney.
Come dicevo quasi sicuro tornero'in italia,e so anche che e' l'ultima cosa che fare visto come stiamo messi,ma spero al piu' presto di organizzarmi e a preparare il mio ritorno negli states,dove e da un bel po' che ho deciso,di trasferirmi,e consapevole di tante difficolta'ma e il mio obiettivo principale e lo seguiro fin quando ne avro'la forza,con questo non vogli dire che gli states sono meglio,anzi in molte le cose e meglio in australia,ma ora la mia testa e li' e io seguiro quell 'istinto,spero al piu'presto di informarvi delle utlime news,ora sara'passata qualche ora che scrivo qui,si e fatto tardi e devo ho bisogno di dormire domani ho il volo che mi portera'a sydney, vi lascio e vi auguro che questo mio blog possa aiutare qualcuno che affrontera'un viaggio simile.

4 comments:

loredana guisa said...

ciao sono una neolaureata italiana, vivo a roma..grazie per le info..ma dopo aver letto il tuo blog...oddio mi è passata la voglia di trasferirmi in australia..dovrei fare un corso di lingua e lavorare x mantenermi..oddio meglio melbourne o sydney...i costi della vita? ma è veram così difficile trovare lavoro part-time? kloryk@hotmail.it

Anonymous said...

Franci appena inserito il tuo nel mio blog....onorato di poterti ospitare. Volevo inserirti tra gli amici di facebook ma non riesco a trovarti. Se vuoi inseriscimi tu, sono sotto il mio nome e cognome ovvero Michele Aulicino
Ci sentiamo e goditi gli ultimi giorni di Syd.
L'olivastro

Anonymous said...

ma non ti sei suicidato ancora?
che peccato, un pirla in piu' sulla terra. Per fortuna non sei in italia...

francesco.aussie said...

e' facile lasciare questi commenti luridi,dietro ad un pc nonche' anomimo,l'australia puoi solo sognarla,cosa hai fatto nella vita per fare un commento del genere vigliacco.